Books

Metello

[PDF] Metello | by Î Vasco Pratolini Antonio Pennacchi - Metello, Metello Firenze Metello Salani nasce nel rione popolare di San Niccol e anche se si trasferisce quasi subito a vivere in campagna con gli zii non dimentica la sua citt d origine L morto suo padre ann

  • Title: Metello
  • Author: Vasco Pratolini Antonio Pennacchi
  • ISBN: 9788817046480
  • Page: 431
  • Format: Paperback

[PDF] Metello | by Î Vasco Pratolini Antonio Pennacchi, Metello, Vasco Pratolini Antonio Pennacchi, Metello Firenze Metello Salani nasce nel rione popolare di San Niccol e anche se si trasferisce quasi subito a vivere in campagna con gli zii non dimentica la sua citt d origine L morto suo padre annegato in Arno L riconosce le sue radici E l fa ritorno non appena gli riesce a soli quindici anni in cerca di lavoro e fortuna Sotto l ala protettrice di Betto Firenze Metello Salani n [PDF] Metello | by Î Vasco Pratolini Antonio Pennacchi - Metello, Metello Firenze Metello Salani nasce nel rione popolare di San Niccol e anche se si trasferisce quasi subito a vivere in campagna con gli zii non dimentica la sua citt d origine L morto suo padre ann

  • [PDF] Metello | by Î Vasco Pratolini Antonio Pennacchi
    431Vasco Pratolini Antonio Pennacchi
Metello

About "Vasco Pratolini Antonio Pennacchi"

  1. Vasco Pratolini Antonio Pennacchi

    Vasco Pratolini October 19, 1913 January 12, 1991 was one of the most noted Italian writers of the twentieth century.Born in Florence, Pratolini worked at various jobs before entering the literary world thanks to his acquaintance with Elio Vittorini In 1938 he founded, together with Alfonso Gatto, the magazine Campo di Marte His work is based on firm political principles and much of it is rooted in the ordinary life and sentiments of ordinary, modest working class people in Florence.During World War II he fought with the Italian partisans against the German occupation After the war he also worked in the cinema, collaborating as screenwriter to films such as Luchino Visconti s Rocco e i suoi fratelli , Roberto Rossellini s Pais and Nanni Loy s Le quattro giornate di Napoli In 1954 and 1961 Valerio Zurlini turned two of his novels, Le ragazze di San Frediano and Cronaca familiare, into films.His most important literary works are the novels Cronaca familiare 1947 , Cronache di poveri amanti 1947 and Metello 1955.He died in Rome in 1991.

340 Comments

  1. WM1 Oggi, quasi cinquant anni dopo la sua stesura, possiamo leggere Metello fuori dalle pastoie polemiche in cui rimase a lungo avvolto romanzo populista, emblematico di un neo realismo giunto a stagnazione, fedele ai dettami di Zdanov sul realismo socialista, specchio della politica culturale del PCI Proviamo a rileggere il libro prescindendo da tutto questo E qualcuno che ne parla male, provi a leggerlo per la prima volta.S , perch c ancora chi detesta Metello per partito preso, senza averlo n [...]


  2. Molto bello Pratolini ci racconta la vita di un operaio fiorentino dell Ottocento, Metello appunta, sia dal punto di vista personale l infanzia, la leva militare, i primi amori, il matrimonio sia, soprattutto, dal punto di vista lavorativo Sono infatti anni di scioperi per i muratori di tutta Italia, che rivendicano il diritto ad avere uno stipendio meno da fame Certo fa pensare leggere delle condizioni dei primi contestatori, di sicuro non c erano le tutele che abbiamo oggi, e certo non so cosa [...]


  3. Vasco Pratolini Metello Io Metello sono nato in San Nicol , mio padre era anarchico e faceva il renaiolo.Con queste parole inizia questo romanzo di Pratolini Un romanzo che uno spaccato di vita di Metello Conosciamo Metello, il bambino orfano, Metello adulto, Metello che si innamora, Metello che si sposa e Metello muratore, ma anche pronto a battersi.Metello non solo la storia di un uomo, ma anche la storia delle lotte sindacali, di chi cerca di riappropriarsi dei propri diritti.Sono gli anni de [...]


  4. Un libro altamente morale, nel senso nobile e non retorico della parola Morale del lavoro, della lotta operaia, di una Firenze che non c pi.Raccont Terzani pochi mesi prima di morire che quando passava davanti alla boutique di Roberto Cavalli a Firenze, dove fino a poco prima c era uno storico caff , apriva la porta, gridava vergogna e se ne andava Ecco, la Firenze di Metello quella senza boutique.



  5. Ritorno a MonterivecchiC un luogo, nel romanzo, in cui gli operai del passato e del presente si incontrano per organizzare le proprie mosse in visione di uno sciopero E una zona fuori Firenze, che offre l ombra di alcuni alberi e la pace della campagna, ritrovo abituale di amanti alla sera Monterivecchi il simbolo di ci che si agita in questo romanzo.Dice Pratolini Monterivecchi era ancora l , uguale, e li aspettava Forse qualche faggio si era seccato, o l avevano tagliato, altri ne erano cresci [...]


  6. Lo scioperante un lavoratore che ha preso coscienza della sua condizione di sfruttato e deliberatamente affronta la lotta e sacrifici sempre maggiori, onde rivendicare i suoi diritti Svolto a Firenze, agli inizi del 900, la storia di Metello un ragazzo orfano che per vivere fa il muratore, il libro ci racconta la sua vita, fatta di povert , di donne, di amici, del suo grande a Ersilia e soprattutto ci fa conoscere le prime lotte sindacali C la classe povera i muratori e quella ricca gli impresar [...]


  7. prattutto saperci stareche dire belloti catapulta direttamente nell italia di fine 800, le lotte operaie che si uniscono alle difficolt di tutti i giorni e alla vita in famiglia ammetto che mi sono dovuta rinfrescare un po la memoria sulla storia di quel periodo ma mi ha fatto senz altro bene.


  8. La povert , dalla campagna alla citt , gli affetti e le prime lotte per il lavoro.Un capolavoro.


  9. Se molte furono le polemiche che accolsero questo libro alla sua uscita, ora, che sono passati sessant anni, ci si pu abbandonare al racconto e ai personaggi evitando di accapigliarsi sulla sovrastruttura ideologica Che c , innegabile, perch tra i motori del volume ci sono la lotta dei muratori fiorentini per garantirsi un salario meno da fame era forse sbagliata e la parallela maturazione politica oltre che umana di Metello Salani, ma non sono preponderanti la bellezza del romanzo che esse si i [...]


  10. Il libro fu pubblicato pi di cinquant anni fa e le vicende sociali alle quali esso fa riferimento , ossia le lotte operaie protrattesi sino allo sfiorato sciopero generale del giugno 1902 addirittura a ben pi di cento eppure, utilizzando un trito luogo comune, non li dimostra Sono passati i decenni , sono cambiati il modo di parlare , di mangiare, di vestire, di comportarsi , insomma il modo di vivere e le masse imponenti di lavoratori in sciopero , cos mirabilmente e vividamente descritte dall [...]


  11. Il romanzo di Vasco Pratolini racconta, con trasporto ed evidente partecipazione, le vicende umane di Metello Salani soprannominato dai colleghi di lavoro Cipressino negli anni caldi a cavallo tra l Ottocento e il Novecento quando i lavoratori fino ad allora vessati dai padroni con salari da fame e spossanti ore di lavoro venivano via via a scoprire i movimenti anarchici e socialisti e a credere nelle lotte comuni al fine di ottenere paghe migliori e condizioni pi umane La figura di Metello, uma [...]


  12. La storia di Metello, un figlio del popolo, rimasto orfano sin da bambino e accudito dagli zii Metello, assunto in Firenze come manovale, si rende presto conto della durezza della vita la prigione, la lotta sindacale con i suoi compagni, le loro morti sul lavoro Nonostante ci diventa un uomo consapevole di s , temprato dalla vita, affianco alla moglie Ersilia, non una semplice comparsa, ma la sua forza, il suo angelo custode e il loro bambino Metello capisce che nonostante il dolore, la morte, n [...]


  13. Meraviglioso Quando lo lessi al liceo non lo apprezzai affatto E proprio vero che molti libri andrebbero letti pi di una volta nella vita, con alle spalle esperienze pi profonde a farci da chiavi di lettura.Molto scorrevole e appassionante



  14. Metello e forte Piace questo operaio che porta avanti scioperi a oltranza in una realta operaia e che ci sa fare con le donne.



Leave a Comment